Gnocchi di cicoria e saraceno

Potassio, calcio, ferro, vitamina C, vitamina B, le vitamine P e K

Immagine 1 di 1

 La cicoria comune o selvatica è stata utilizzata fin dall’antichità dagli Egizi, dai Greci e dai Romani per via delle sue proprietà benefiche visto la presenza di potassio, calcio, ferro, vitamina C, vitamina B, le vitamine P e K. Stimola l’appetito, regola le funzioni intestinali, del fegato e dei reni, favorisce la secrezione della bile e la diuresi, ha un effetto depurativo e disintossicante.
Tanti, tantissimi motivi per portare in tavola questa pianta erbacea poco utilizzata. Ha un sapore tendente all’amaro dovuto alla presenza di acido cicorico per questo motivo tendo ad abbinarla a sapori che riescano a smorzarla senza coprirla completamente. Questa ricetta è perfetta anche per chi soffre di celiachia, allergia alle uova o ai latticini, a bassissimo contenuto di grassi senza soffritto si tratta di una ricetta molto semplice da preparare ma gustosa che piacerà a grandi e piccini. Gnocchi di cicoria e saraceno un primo depurativo.


 Ingredienti per 4 persone


Patate 500 gr
Cicoria 250 gr
Farina di grano saraceno 80 gr
Passata di pomodoro 250 ml
Olio EVO 3 cucchiai
Timo 2 rametti
Sale q.b.
Pepe q.b.



Cuocete le patate in abbondante acqua partendo dall’acqua fredda.
Nel frattempo scaldate 1 cucchiaio di olio in una larga padella e fateci saltare per 5 minuti la cicoria lavata e mondata, aggiungete una presa di sale e mescolate.

Allontanate dal calore, tagliuzzate la cicoria in striscioline e fate raffreddare. Appena pronte le patate sbucciatele e schiacciatele.
Aggiungete la farina, e una presa di sale.

Lavorate fino a creare un impasto compatto e senza grumi, incorporate bene la cicoria. A questo punto infarinate il piano di lavoro, dividete l’impasto in tanti filoni dello spessore di 3 cm circa e tagliati gli gnocchi della stessa grandezza.
Adagiateli man mano su un vassoio infarinato.

Fateli riposare 15-20 minuti prima di utilizzarli. In un pentolino scaldate la passata con i rametti di timo, aggiungete una presa di sale; portate a bollore e spegnete. Tuffate gli gnocchi in abbondante acqua salata al limite dell’ebollizione, scolateli dopo 1 minuto.
Distribuiteli nei piatti, conditeli con il sugo e un filo d’olio a crudo.

Consigli

  • Potete creare delle decorazioni schiacciandoli leggermente contro i rebbi di una forchetta o contro una grattugia rovesciata.
  • Potete preparare gli gnocchi anche con qualche ora di anticipo.
  • Prima di servire potete spolverare con Parmigiano Grattugiato
  • Non lasciate gli gnocchi troppo nell’acqua perché tenderanno a sciogliersi, se preferite una consistenza più soda aggiungete 1 albume
Ricetta di Daniela Bocconi

AREA RISERVATA