Superghisallo day - Ciclisti per Adsint

Una pedalata da Lecco al Santuario del Ghisallo

Immagine 1 di 5

Domenica 5 Ottobre in  occasione del giro di Lombardia!!!

Per chi si sente un vero ciclista e ha voglia di misurarsi con se stessopassando una giornata in buona compagnia …

Super Ghisallo day , iniziativa aperta a donatori, amici dei donatori, amici degli amici, a tutti.

Per informazioni e prenotazioni contatta 3282361535 o la segreteria Adsint 02/23903172  

 Partenza da Lecco

Ritrovo piazzale della stazione ore 9.30

Per chi viene in macchina: Milano

Per chi viene in treno:  Da Milano Porta Garibaldiore 7.52 arrivo a Lecco 8.53 (seconda classe 4.60 euro + bici 3 euro a tratta)

 

Percorso

Da lecco percorrendo la SS 583 che costeggia il lago di Como sul lato di levante fino a Bellaggio per poi salire dal vessante Nord in cima al GHISALLO - Santuario "Superghisallo" : si parte da Bellagio e si segue la strada principale fino a Guello (dove termina il primo tratto di salita); qui si svolta a destra, in direzione monte San Primo, lasciando a sinistra il tradizionale percorso verso il Santuario.[ Dopo un tratto di 500 metri in falsopiano, da frazione Cernobbio inizia una salita che, superata la frazione di Pra’ Filippo, porta, dopo circa cinque chilometri complessivi (6-7% di pendenza media con punte del 10-11%), ai 975 metri s.l.m. di località Pian Rancio. Al bivio si svolta a sinistra e si raggiunge, dopo circa quattro chilometri di discesa, il piazzale del Santuario.

 

 Al ritorno si scende verso Canzo per imboccare la statele 36 per Lecco.

 Totale Km 62

Dilivello540 m

Una volta giunti al Ghisallo è possibile visitare il Santuario ove sono custodite le biciclette dei grandi campioni della storia del ciclismo, nel piazzale antistante una fontanella è a disposizione di tutti, lungo il percorso altre fontane si possono trovare a Canzo all’esterno della Stazione e nell’abitato di Bosisio Parini, lungo la strada del ritorno.

 

Il Santuario del Ghisallo

Sulla dorsale che sale da Bellagio,al culmine della strada della Valassina, a Magreglio, sorge il Santuario della Beata Vergine del Ghisallo. La sua origine non è nota ma, secondo la tradizione, dovrebbe risalire attorno al IX secolo,il nome del Santuario deriverebbe da un certo conte Ghisallo che, assalito nella zona da dei briganti, si salvò per intercessione della Madonna. L’immagine della Madonna che vi si conserva è databile al XVI secolo.Data la sua posizione geografica, culmine di una faticosa salita detta "Muro del Ghisallo" durante le gare ciclistiche, Papa Pio XII nel 1949 dichiarò la Madonna del Ghisallo " Patrona dei Cilclisti Italiani": la sacra immagine è da allora venerata dal ciclismo internazionale e la chiesetta conserva i cimeli di questo sport. Nel 1960 venne collocato presso il Santuario il monumento a Fausto Coppi e nel 1973 quello al ciclista.

Il Museo del Ciclismo

 

Il museo si sviluppa su tre piani e comprende anche una raccolta multimediale di materiale sul ciclismo. I cimeli più importanti continuano comunque ad essere esposti nella chiesa del santuario. All’interno del Museo è esposta la più grande collezione di Maglie Rosa al mondo, grazie al progetto Giro for Ghisallo le maglie rosa originali, dagli anni 30’ ad oggi, recuperate e che si possono ammirare all’interno della sala principale sono più di 50. ORARI
SABATO E DOMENICA
10.00-18.00 ingresso 6.00 euro

 

Ciclisti per Adsint sostiene il Museo del Ghisallo.

AREA RISERVATA